fbpx

Colapesce: l’uomo che viveva per il mare

2019-07-01
Uncategorised

Nicola (o Cola) di Messina: figlio di un pescatore che viveva nei pressi di Capo Peloro ( in provincia di Messina) era un abile nuotatore, amava il mare più di ogni altra cosa e trascorreva le sue giornate più in acqua che sulla terraferma.

La passione del giovane ragazzo non era ben vista dalla madre, anche perché Cola aveva l’abitudine di ributtare il pescato in mare. Per questo motivo un giorno la madre lo maledisse augurandogli di diventare come un pesce. La maledizione si avverò: col passare del tempo la sua pelle divenne squamosa, le mani e i piedi simili a pinne!

La sua fama di abile nuotatore raggiunse la corte di Federico II di Svevia ( o forse, secondo altre fonti,  del re Ruggero) che volle metterlo alla prova. Si recò infatti a Messina e gli ordinò di riportargli una coppa che aveva precedentemente gettato in mare: Colapesce si gettò in mare e ritornò con la coppa. Poi gettò in mare la sua corona e Colapesce la riportò sulla terraferma. Infine il sovrano gli chiese di ripescare un anello, ma in questa terza occasione Colapesce non tornò più a galla. La leggenda più diffusa narra che quando scese in profondità Colapesce vide che una delle tre colonne che reggevano l’isola di Sicilia era consumata e per evitare che sprofondasse si sostituì alla colonna. Un’altra versione invece racconta che il re gli chiese di portare la prova che sotto l’isola ci fosse il fuoco che alimentava il vulcano Etna. Gli diede quindi un pezzo di legno che avrebbe dovuto riportare indietro con i segni di una bruciatura, segno che in fondo al mare fosse presente il fuoco del vulcano. Il legno risalì a galla, bruciato, mentre Colapesce non ritornò più. Rimase nel fondo a sostenere l’isola e se ogni tanto la terra tra Messina e Catania trema è perché Colapesce cambia lato della sua spalla!

Se anche voi amate il mare non potete perdere l’opportunità di partecipare ad un tour in barca a vela: partendo dal porto di Catania potrete trascorrere una giornata in mare all’insegna del divertimento e del buon cibo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *